Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

L’ATTENZIONE TATTILE DEL TERAPEUTA MODIFICA L’ATTIVITA’ CEREBRALE DEL PAZIENTE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Sintesi di Parravicini G. PT DO

☑️  Introduzione:

Il tocco è da sempre considerato come un canale comunicativo molto potente che gioca un ruolo chiave nella regolazione interocettiva (percezione della informazioni “interne”: respiro, dolore, emozioni etc.).
La comunicazione tattile interpersonale è un processo
bi-direzionale che coinvolge la modulazione cognitiva di entrambi i soggetti. Studi esistenti hanno indagato ciò che accade a livello encafalico quando si è sottoposti ad una stimolazione tattile, riscontrando una variazione della attivazione neuronale.

Non vi è evidenza riguardo agli effetti di stimolazioni tattili qualitativamente differenti, ovvero se DIFFERENTI STATI ATTENTIVI di chi opera il tocco producano DIFFERENTI RISPOSTE CEREBRALI in chi li riceve.

☑️  Formulazione dell’ipotesi:

Cambia l’attività cerebrale del paziente se un osteopata tocca il corpo in uno stato di Percezione Tattile rispetto ad un stato di Percezione Acustica?

☑️  Metodologia:

Sono stati presi 40 soggetti sani randomizzati in 2 gruppi di trattamento:

🅰️ Il primo prevedeva un contatto tattile attentivo da parte dell’operatore;
🅱️ Il secondo un contatto tattile con attenzione acustica;

L’unica differenza tra i due gruppi era quindi l’attenzione dell’operatore‼️
I soggetti giacevano supini all’interno dello scanner della risonanza magnetica funzionale mentre l’operatore rimaneva in contatto con il loro corpo attraverso un tocco lieve a livello dei malleoli bilateralmente.

☑️  Risultati:

Determinate aree del cervello (Insula e giro frontale inferiore) Cambiano Significativamente la loro attivazione in relazione allo stato Attentivo dell’operatore.

☑️  Considerazioni:

🔴  Le aree del cervello coinvolte in questo esperimento sono connesse con processi neurali legati al #Dolore e l’#Emozione.
🔵  Un tocco lieve con attenzione tattile è in grado di modificare il sintomo di un paziente?
🔴  In termini di efficacia di un trattamento quanta importanza ha l’attenzione tattile?
🔵  Studi in vitro hanno evidenziato come le variazioni di forza, durata di una tecnica manipolativa determinino effetti differenti. Ora bisogna considerare anche lo stato cognitivo.
🔴  Questo lavoro potrebbe aprire nuovi scenari sullo studio del trattamento Biodinamico❓
🔵  Sarebbe interessante traslare questo studio su soggetti patologici per capirne gli effetti.

‼️Lettura molto consigliata‼️

http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fnhum.2017.00368/full

Ti interessano questi argomenti?

Scopri tutti i nostri corsi di formazione post graduate per osteopati

CORSI DI FORMAZIONE PER OSTEOPATI

WEBINAR GRATUITI

Iscriviti alla newsletter

Rimani sempre aggiornato sui nuovi corsi e gli eventi di formazione online

Altri post dal blog

NUOVO CORSO ONLINE

Impara come valutare e trattare al meglio il Dolore Cervicale e migliora la tua efficacia nella terapia manuale​